Tag: QRcode

14 modi offline e online (+1) per aumentare i fan della pagina facebook del tuo punto vendita


Notice: Undefined variable: handle_code in /home/danie407/public_html/wp-content/plugins/click-to-tweet-by-todaymade/tm-click-to-tweet.php on line 231

Notice: Undefined variable: handle_code in /home/danie407/public_html/wp-content/plugins/click-to-tweet-by-todaymade/tm-click-to-tweet.php on line 231

 

Il gran giorno finalmente è arrivato

Dopo tre settimane di attesa, dopo esserti chiesto – ammettilo – cento volte “lo faccio o non lo faccio?” e aver scelto la pagina al posto del profilo, dopo esserti iscritto alla mia newsletter per non perderti neanche una puntata (non lo hai ancora fatto? fallo subito lì in alto, nella barra laterale a destra!) e aver seguito tutte le istruzioni, finalmente siamo arrivati al momento in cui potrai dedicarti ad aumentare i fan della tua pagina, proprio come se tu fossi una star della musica.

Ma chi sono i Fan e a cosa servono?

I fan sono gli utenti che, cliccando sul tasto Mi Piace, dimostreranno il gradimento alla tua pagina e conseguentemente al tuo brand. Fin qui niente di nuovo, lo sapevi già, vero?

I fan sono i tuoi potenziali clienti, i tuoi sostenitori e, in questo caso specifico, coloro che genereranno conversazioni (talvolta anche critiche) che amplificheranno  e miglioreranno la percezione del tuo brand. Quindi più ne abbiamo e meglio è, giusto?

No. Cioè si, ma con riserva e ti spiego perché.

Sarebbe logico pensare che più fan avremo maggiori saranno le possibilità di interazioni, e se parlassimo solo di numeri questa teoria sarebbe anche plausibile ma – ormai lo sai, con me c’è sempre un MA – qui siamo su un social network, non alla lezione di matematica, e anziché di numeri parliamo di persone: persone che pensano, che parlano, persone che dicono, che criticano, che fanno rumore ed infine persone che potrebbero diventare tuoi clienti.

Quindi, ad esempio, se tu hai un negozio a Milano, pensi che abbia un senso cercare clienti a Bucarest? A meno che tu abbia un e-commerce, ovviamente. Oppure: se hai un negozio di biancheria per la casa pensi sia producente avere come fan un branco di ragazzini di 15 anni?

Starai pensando che sto dicendo delle grandi ovvietà (vero) ma rammenta queste mie considerazioni nel momento in cui qualche sedicente millantatore esperto di web marketing ti farà la proposta dell’anno, quella  che non puoi proprio rifiutare, quella di acquistare a un prezzo stracciatissimo – per te e solo per te in super mega promozione – un qualche migliaio di fan.

Tadààààà! Attimo di smarrimento… E perché no? Quasi quasi un pensiero ce lo fai… Tanto lavoro e tanto tempo risparmiati da poter dedicare a qualcosa di più urgente (e concreto magari),  no?

Ecco, appunto, NO.

No perché il sedicente millantatore ti sta offendo (ma mica te lo dice, ovvio) centinaia, migliaia di fan probabilmente di età media sui 15 anni raccattati appunto a Bucarest oppure a Mombay: tutte persone che sicuramente non potranno mai diventare tuoi clienti.  Queste persone non commenteranno mai un tuo post, non condivideranno mai la foto di un prodotto, non parleranno mai di te. Chiaro il meccanismo? Ne avevamo parlato all’inizio, ti ricordi?  Facebook non è molto generoso con le pagine , per avere la visibilità di cui abbiamo bisogno, dobbiamo avere interazioni (engagement) e i primi ad essere chiamati in causa sono i fan: se non sono persone realmente interessate non collaboreranno mai!

I fan non sono roba da collezionisti, da accumulare uno sull’altro, da guardare e non toccare, e poi – fammici pensare –  potendo scegliere preferirei avere una collezione di Uova Fabergè!

Quindi affidati al buon vecchio detto: meglio pochi ma buoni. Meglio avere fan in numero minore ma in target, cioè persone veramente interessate a ciò che vendi o produci, a cui faccia piacere conoscere novità o condividere opinioni, persone che abbiano voglia di farti domande e che quindi scatenino quel passaparola che è sostanzialmente lo scopo dei social network.

Se poi riuscirai a sostituire la parola pochi nel detto con tanti, ancora meglio!

E come si fa? Partiamo dal presupposto che se anche siamo su un social network, cioè stiamo operando in una realtà virtuale, il tuo obiettivo sarà quello di interessare i tuoi potenziali clienti per poi trasformarli da potenziali a reali, quindi vediamo di non dimenticarci che da lì partiamo e lì dovremo tornare.

 

I 14 modi per aumentare i Fan della tua Pagina Facebook

Qualche giorno fa mi sono recata con una amica in un centro commerciale molto noto nella mia città, uno di quelli dove il livello dei negozi è medio alto, le vetrine sempre perfette e le commesse di una bellezza imbarazzante. Vagavamo valutando la scelta del primo negozio dove strisciare la carta di credito quando all’improvviso, in una vetrina lontana (da vicino non ci vedo un tubo ma da lontano ho la vista di un falco) cosa ti vedo? Un bel cartello, con la riconoscibilissima-anche-a-km-di-distanza icona di facebook, attira la mia attenzione e, ovviamente, mi avvicino incuriosita e speranzosa che la cultura digitale di cui i miei colleghi ed io andiamo spargendo semi a pioggia abbia cominciato a mettere radici…

Vedere e sentirmi cadere le braccia è stato un tutt’uno.

Ti stai chiedendo perché?

Questo è quello che ho visto:

seguici su facebook inutile

 

E, nell’ordine, questo è quello che ho fatto

  1. Ho cercato il nome del negozio sulle vetrine (non c’era), sulla porta (non c’era), sui cartellini dei prezzi (non c’era), sulla shopper della signora che stava uscendo dal negozio (c’era!)
  2. Ho aperto facebook dal mio smartphone e digitato il nome del negozio nella casellina Cerca (non c’era)
  3. Ho riprovato togliendo l’articolo (non c’era), poi inserendo “abbigliamento” (non c’era)
  4. Mi sono scocciata e ho rinunciato

Quale è stato il risultato? Riflettici: è un bene che quel cartello ci sia o il fatto che sia usato nel modo sbagliato non lo rende solo inutile ma lo trasforma in qualcosa che può danneggiare il business?

Basterebbe poco invece per ottenere risultati…

Sei pronto? Ti spiego quali sono le azioni davvero efficaci che potrai eseguire senza difficoltà e siccome il mio motto è

voglio mostrarti come integrare i due aspetti e creare un circuito virtuoso che porti beneficio al tuo esercizio commerciale.

 

5 metodi offline

  1. Esponi un cartello nelle tue vetrine e all’interno del tuo esercizio con l’immagine dell’icona di facebook e il nome per esteso della tua pagina, ad esempio https://www.facebook.com/lacartoleriadelplatanoantico insieme a una Call To Action (cioè un invito a compiere una azione) come Seguici su facebook oppure Diventa fan della pagina
  2. Esponi un cartello con un QR code, quel codice grafico che può essere scansionato e decodificato dagli smartphone attraverso una apposita app. Crearne uno è molto semplice e gratuito, in rete si trovano moltissimi tool online come ad esempio QRcode generator con i quali ottenerne uno come questo QRcode profilo facebook daniela patronciniIn questo modo i tuoi clienti non incorreranno nel problema di ricerca che ho avuto io: scansioneranno il QRcode e l’app li indirizzerà dritto dritto alla Fan Page facebook senza neanche passare dal Via.
  3. Inserisci in tutta la tua documentazione cartacea (biglietti da visita, shopper, volantini, tessere fedeltà, ecc) l’icona e il nome della pagina oppure il QR code. Fai la stessa cosa ogni volta che il tuo marchio comparirà in qualunque tipo di pubblicità: riviste, cartellonistica, brochure, ecc.
  4. Aggiungi il nome della Fan Page insieme a una bella Call To Action in calce allo scontrino fiscale (chiedi al tuo tecnico come si fa). Spesso viene buttato ma qualche volta viene conservato e anche controllato: una buona occasione per rammentare ai clienti l’esistenza della pagina e solleticare la loro curiosità.
  5. Sai cos’è un selfie? E’ un autoscatto effettuato con la camera rivolta verso se stessi oppure ripreso in uno specchio, una mania che ormai ha coinvolto un po’ tutti. Trova lo spazio per uno specchio e applicagli sopra una serigrafia con icona e nome della fan page, invita i tuoi clienti a scattarsi un selfie e a pubblicarlo nella pagina. Guarda ad esempio cosa ha fatto nel suo bagno questa pasticceria! (perdonami la qualità non eccellente della foto)

IMG_3290

 

Vedrai che il richiamo della vanità sarà irresistibile e porterà un valore aggiunto: i clienti pubblicheranno la foto anche sul loro profilo e così genereranno quel passaparola di cui parlavamo prima

 

8 metodi online

  1. Comincia con invitare i tuoi amici (se non hai appena trasformato il profilo in pagina, in tal caso gli amici sono già stati trasformati in fan) cliccando su Invita i tuoi amici a mettere “Mi piace” a questa Pagina, in basso a sinistra nella barra laterale, e poi – nel menù a tendina – su Cerca tra tutti gli amici (la procedura è ovvia)
  2. Invia una mail ai tuoi contatti per comunicare che ora il tuo esercizio commerciale ha una Fan Page e invitali a mettere il loro Mi Piace e a seguirla. Dai loro dei validi motivi per farlo, qualcosa in cambio, come la possibilità di partecipare a offerte riservate, a contest, esprimere il proprio gradimento ecc
  3. Inserisci nella firma della tua mail aziendale (e in quelle dei collaboratori) il link alla Pagina
  4. Inserisci il link della Pagina anche nel tuo profilo personale facebook nelle informazioni, o se te la cavi con la grafica, nell’immagine di copertina
  5. Hai altri social network? Twitter, Instagram, Pinterest… fai lo stesso anche lì e se usi You Tube puoi inserire il link direttamente nei video
  6. Hai un sito? Un blog? Inserisci il box della fan page ben visibile in una colonna laterale
  7. Cerca pagine analoghe alla tua e interagisci con loro: nella barra blu in alto, all’estrema destra c’è una freccetta che una volta cliccata ti propone di usare Facebook come te-persona o come pagina che gestisci. Clicca sulla pagina che vuoi utilizzare e pubblica o commenta sulle pagine simili. Attento a essere sempre cortese e mai invadente,  a esprimere considerazioni appropriate e ponderate, a suscitare discussioni interessanti e vedrai che presto avrai un riscontro molto positivo
  8. Organizza un contest, un banale contest fotografico, e richiedi in cambio della partecipazione un Like alla pagina. Contest? Cos’è un contest? Ok, niente panico del contest magari parliamo la prossima volta, d’accordo?

Infine ci sono le Facebook ADS, cioè le inserzioni a pagamento attraverso le quali è possibile ottenere l’iscrizione alla pagina da parte di una utenza altamente targettizzata e profilata, ma vorrei rimandare questo argomento più avanti. Per ora cerca di mettere in atto tutte le possibili strategie gratuite per avvicinare il maggior numero di persone, poi ne riparleremo.

Queste sono le modalità più efficaci per ottenere fan. E’ tutto chiaro? Mi farebbe piacere conoscere la tua opinione in merito, se me la scriverai nei commenti ne parleremo insieme.

Ora non ti resta che agire…

 

Se non vuoi perderti  neanche un post ricordati che puoi iscriverti alla Newsletter, con la mia promessa che non ti invierò più di una mail a settimana e che i tuoi dati saranno protetti (leggi la policy privacy)

Se ti sei perso gli altri post, e la navigazione non è il tuo forte, li trovi qui:

Un’ultima cosa: dalla prossima settimana i post usciranno di MARTEDI e non di lunedì. Porta pazienza! Ti aspetto nei commenti intanto, e buon lavoro!

 

 

 

 

 

 

 

Visita l’archivio dei post

Seguimi su Facebook

Seguimi su Twitter

Accerchiami su Google+

Seguimi su Linkedin

#adotta1blogger

Privacy Policy

Privacy Policy

Cookie Policy

Privacy Policy

Copyright ® Daniela Patroncini - 2018 - Piva 02649220353 - Privacy Policy - Cookie Policy